In questa guida vi spiego come verniciare una ringhiera, un lavoro utile sia ai fini estetici che per preservarla dalla ruggine.

Per prima cosa va pulita con l’ausilio di carta vetrata. Un consiglio, non aspettate che la ruggine inizi la sua corrosione. Infatti verniciare quando una ringhiera è già arrugginita, complica notevolmente il lavoro.

Procediamo con passare l’antiruggine. Questo va passato solo dove vediamo che la vernice preesistente non ce più. Ovviamente in una ringhiera che non riceve manutenzione da 10 anni, dovremo fare molto più lavoro.

Ci sono vari tipi di antiruggine, sintetici, nitro ecc.io vi consiglio un antiruggine sintetico, ha un tempo d’essiccazione maggiore di quello nitro ma la resistenza è sicuramente superiore.

Per ogni antiruggine o smalto esiste un prodotto specifico per diluirlo. Non dovremo usare infatti un diluente nitro per un antiruggine sintetico. Le dosi sono sempre evidenziate sulle confezioni. Giriamo con un pezzo di legno.

Procediamo con i ritocchi e facciamo essiccare. Ricordiamo di lavare il pennello con diluente, altrimenti non sarà più utilizzabile. Fatto questo andremo avanti con lo smalto.

Stesso procedimento, prima lo diluiamo poi giriamo per miscelare, e infine diamo una mano di smalto. Facciamo essiccare e procediamo con la seconda.il tempo d’essiccazione è indicato sulle confezioni.

Ripetendo questo operazione a distanza di qualche anno, preserveremo la struttura dalla ruggine. Questo vale per qualsiasi struttura in ferro, infatti intervenire su un supporto arrugginito, implicherà un enorme lavoro per la pulitura.